STORIA DI DUE GRANDI CORSE

CON UNICKA NEL CUORE

30 agosto 2017
Il Marangoni e il Marangoni Filly, corsa alla quale è riservata la partecipazione solo alle femmine, sono le prove che antecedono la grande corsa del Derby, che è forse la più importante per un cavallo, quella che tutti i proprietari, allevatori, allenatori e guidatori sognano.
La storia ci dice che a vincerlo, sono stati spesso cavalli che hanno poi centrato il Nastro Azzurro.
Partiamo dal lontano 1966, ricordando che la prima edizione del Marangoni porta la data 1965, ed a trionfare fu Oronto poi però terzo nella successiva corsa. A vincere le due ambite corse fu Mikori Di Jesolo, con al sulky il grande Walter Baroncini, papà di Mauro che ancora oggi latita in entrambe le corse.
Nel 1969 toccò ad Acero e Siviero Milani che raddoppiò in seguito.
Nel 1970 Tedo con William Casoli.
Gentile uno dei tanti alfieri di Pino Rossi, l’uomo dei Derby come è sempre stato soprannominato per averne vinti ben tre, che nel 1979 centrò entrambe le corse, così come fece suo fratello Argo Ve nel 1981 con appunto Siviero Milani in sulky.
Una delle femmine che si pregiò di questi due gran premi, fu l’allieva di Mario Rivara Gitana D’Asolo nel 1987.
Nel 1991 si vide il bel doppio di un giovanissimo Marco Smorgon, ancora oggi con i suoi ventisei anni il più giovane driver a vincere il Derby, con il bel sauro della storica scuderia torinese Louisiana dei coniugi Borini, Nevaio.
Enrico Bellei fece il doppio con Uronometro nel 1997 e nel 2012 con Pascià Lest, che fu l’ultimo a portasi a casa entrambe le due corse.
Il più famoso doppio è stato sicuramente Varenne nel 1998, Jory Turia e Giampaolo Minnucci, un binomio che ha fatto storia.
Nel 1999 fu la volta di Zambesi Bi, di proprietà, allevato e guidato da Mauro Biasuzzi.
Pietro Gubellini lo vinse la prima volta nel 2003 con Daguet Rapide, la seconda con Iglesias che però non raddoppiò.
Una femmina importante della storia del trotto è stata senz’altro Lana Del Rio, allieva di Santo Mollo che nel 2008 vinse tutti i gran premi dei tre anni.

Per quanto riguarda il Filly, a nostra memoria l’unica che dopo averlo vinto si è aggiudicata in seguito la corsa, è stata Unicka.
La bellissima saura della scuderia Wave della famiglia Lami, allenata da Erik Bondo, con la guida di Pietro Gubellini. Una cavalla che nella notte tra il 6 e il 7 marzo, fu portata via dai dei balordi insieme a Vampire Dany, e che ancora oggi non se ne hanno notizie. Unicka avrebbe senz’altro segnato le sue successive corse, come fece nel Gran Premio Paolo e Orsi Mangelli. Un rapimento che ha danneggiato non solo i suoi proprietari, ma anche tutta l’ippica italiana. Ci auguriamo di poter al più presto scrivere del ritrovamento di questi due magnifici ed innocenti cavalli, magari insieme ad un altro doppio Marangoni-Derby.

eb

Condividi:

Ippica by BetFlag