Costa Azzurra al Bar

La Dany e Marco Smorgon

28 marzo 2010
Complice la prima vera giornata di primavera e il caldo sole del pomeriggio ma per il Costa Azzurra 2010 la tribuna, il parterre, il parco giochi e tutti i saloni dell’ippodromo di Vinovo sono stati gremiti di gente già dal primo pomeriggio. 7210 persone soltanto dall’ingresso del pubblico hanno varcato i cancelli dell’ippodromo senza contare gli ingressi dalle scuderie.
Un vero successo di pubblico che porta un po’ ottimismo in un ambiente ippico che ha bisogno di giornate come quella di oggi.
Costa Azzurra affollato di gente e tutto TORINESE, con i cavalli locali che hanno sbaragliato la concorrenza.

Esiste una prima volta per tutto e tutti, anche per una femmina indigena nell’albo d’oro di una corsa che mai aveva visto trionfare un alfiere in rosa del trotto italiano. Ed esiste la prima volta anche per un driver che, guarda caso, non aveva mai vinto la prova più importante sulla pista di casa propria.

La domenica delle prime volte si è consumata a Vinovo, dove l’edizione 2010 del Costa Azzurra Trofeo EmmeBiCar – gruppo 2, metri 1600, corsa internazionale, euro 110 mila – è finita nelle tasche di La Dany Bar, la più francese delle nostre cavalle per l’assiduità – e il profitto – con il quale viene proposta sulle piste transalpine. Marco Smorgon ha potuto così cancellare una macchia nel proprio infinito palmares, che mai l’aveva visto trionfare nella corsa faro del tracciato di casa, riuscendoci per la prima volta alla maniera forte, siglando il record della corsa a media di 1.11.5, frantumato l’1.12.0 di Gigant Neo datato 2005.
L’imprevedibilità della classica torinese alla vigilia era conclamata ma pochi discostavano le loro previsioni dall’accoppiata Ghiaccio del Nord – Lisa America e puntualmente dopo la partenza, segnata dalla rottura di Irina, ecco i due a far coppia davanti a tutti, con Ghiaccio in corda a cercare di contenere la rivale; primi 600 di gara siderali, 27.5 a partire e 42 per il primo mezzo giro, dopo il quale Bellei ha potuto rifiatare. Ma appena tornati sulla retta di fronte il ritmo è ripreso a farsi infernale quando da dietro si è iniziato a capire di poter cogliere in difficoltà chi stava davanti. Il primo a muovere è stato Iulius del Ronco, forte dell’ottima posizione in schiena a Lisa dalla quale Andreghetti ha proiettato il suo alfiere a centro pista, mentre Ghiaccio andava in apnea e Lisa iniziava ad accusare il percorso. Ma a ventaglio si sapevano riorganizzare anche La Dany Bar e Livenza, che piombando a bomba sui primi trovavano l’ennesimo errore di Iulius a pochi metri dal palo, finendo nell’ordine sullo sfondo di una tribuna infuocata per l’accoppiata tutta torinese, scolpita dalle due femmine terribili di casa.

Più indietro un’eroica Lisa, finita davanti a Lorenz del Ronco e uno stremato Ghiaccio del Nord, ancora quinto a chiudere il marcatore.
Già detto del tempo di 1.11.5, record assoluto della corsa e a un solo decimo dal primato della pista, ottimo condimento al primo successo di Smorgy nel Costa Azzurra.

In premiazione gioia infinita anche per Luigi Truccone e famiglia, con la moglie Daniela (La Dany!) in prima fila a commuoversi per il successo della sua pupilla in un week end targato “Bar”, “Made in Vigone” dall’inizio alla fine, grazie al successo dirompente di Non Solo Bar a Roma e alla stoccata di La Dany a Torino; entrambi figli di Love You. Marco ha anche trovato il modo di ricordare un maestro come Vittorio Guzzinati, al quale ha dedicato il successo con un nodo in gola e qualche sincera lacrima di commozione.

A Vinovo si torna a correre mercoledì ma soprattutto a Pasqua e Pasquetta con una due giorni da vivere in modo intenso. Uova di cioccolato per tutti i bambini domenica e merenda con porchetta per tutti i presenti il Lunedì dell’Angelo. Come sempre ingresso gratuito per tutti.

Scarica gli allegati:

arrivi_costa_azzurra_2010

Condividi:

Abbiamo 0 commenti

Ippica by BetFlag