COSTA AZZURRA E CITTA' DI TORINO

SPETTACOLO ASSICURATO

9 aprile 2018
Ufficializzati questa mattina i partenti del Gran Premio Costa Azzurra gruppo 1 e del Città di Torino gruppo II, che andranno in scena domenica 15 aprile all’ippodromo di Vinovo. Due corse bellissime che hanno raccolto l’adesione dei migliori cavalli indigeni e non del panorama ippico internazionale.

Nel Costa Azzurra arrivano Uza Josselyn (1) e Dijon (2). Il primo è reduce da una bella affermazione a Vincennes è l’unica volta che ha corso in Italia è stato l’anno scorso a Milano, quando con Gabriele Gelormini in sulky si è imposto nel Gran Premio Delle Nazioni, lasciando alle loro spalle Timone Ek, che ritroveranno in quest’occasione. Certamente un bel biglietto da visita.
Il francese Dijon, figlio di Ganymede ha una carta italiana un po’ più ampia. Si è aggiudicato dapprima il Tino Triossi a Roma e successivamente il Giuseppe Biasuzzi. Entrambi gli “invader” hanno nelle loro corde la velocità iniziale, velocità che sicuramente non mancherà il questo Costa Azzurra, avendo in prima fila tanti soggetti veloci allo stacco della macchina. Tra questi l’indigeno Timone Ek (3) pupillo nel vero senso della parola di Luigi Lettieri, di stanza in Francia, ritorna sulla pista di Torino dopo il rammarico dell’anno scorso. Tanta voglia di riscatto per la corsa di preparazione al Lotteria Questa volta al sulky avrà Roberto Andreghetti al posto di Enrico Bellei. Ritorno in Italia anche per Shadow Gar (4), cavalla di mezzi allieva di Pietro Gubellini. Altra femmina terribile sarà Tamurè Roc (5) che nel Mirafiori ha eccelso nonostante il rientro. L’allieva della scuderia Sant’Eusebio, allenata da Fausto Barelli sarà affidata come sempre a Santo Mollo e potrebbe anche essere l’iniziale battistrada. Ai suoi fianchi Toseland Kyu (6) portacolori della torinese scuderia “ 4 amici al Bar” sfortunatissimo nel Mirafiori, si presenta con tanta voglia di riscatto e con in sulky in “cannibale “ Enrico Bellei. Con il peggior numero, il 7, troviamo Uragano Trebì, un cavallo eccezionale, duttile come pochi a qualsiasi schema che la scuderia Super Fantastica affida alle sapienti mani di Roberto Vecchione. In seconda fila lo svedese, Arazi Boko (8) che con Ale Gocciadoro in sulky nelle ultime uscite torinesi ha fatto impazzire i cronometri. Unico dubbio la sua adattabilità al nuovo schema di corsa, le ultime vittorie le ha ottenute andando al comando e qui invece dovrà costruirsi un percorso favorevole dalla seconda fila. Turno di Azzurra (9) è la scelta di Erik Bondo che affida come sempre a Federico Esposito e con un po’ di fortuna nello schema ci può stare per un piazzamento. Ultima citazione per Ufo Robot Hp (10) con la guida di Gaetano Di Nardo, reduce da due belle vittorie, ma in contesti più bassi.


Nel Gran Premio Città di Torino, la prima citazione va per il gradito ritorno sulla pista di casa di Vivid Wise As (1) il portacolori della scuderia Bivans, allenato da Sebastian Guarato, che all’ultima uscita nel Plateau de Gravelle è arrivato buon terzo destando ottima impressione, al record di 1.11.5 sulla distanza del doppio km. Il favorito d’obbligo è senza alcun dubbio Vitruvio (6) allievo di Alessandro Gocciadoro, pupillo della scuderia Pink & Black, rientrato alla grande sulla pista domenica scorsa. Altrettanta ottima impressione l’ha fatta Vessillo As (3) gioiellino della famiglia Baldi, che ha osato girare all’esterno del vincitore. Due gli esteri confermati, Esmondo (4) al debutto in Italia e Classic Connection (7) che a Torino lo abbiamo già visto arrivare secondo dietro a Valentino, grande assente.
Meritano molta attenzione, soprattutto per le piazze Valdivia (10) rientrata alla grande vincendo il Città di Padova e Vash Top (11) apparsa in miglioramento nel giorno del Mirafiori.

Questi i nomi più attesi in una corsa sicuramente spettacolare, come tutto il pomeriggio che l’ippodromo di Vinovo offrirà ai suoi avventori.

eb

Scarica gli allegati:

PARTENTI_COSTAAZZURRA2018

Condividi:

Ippica by BetFlag