Poker di Regine

al tavolo del Mirafiori

15 settembre 2010
Dopo la splendida domenica del Marangoni, l'ippodromo dei colori completa il suo settembre d'oro mandando in scena una bellissima edizione del Societa' Campo di Mirafiori. Il miglio per indigeni, nel suo plateau di 11 aspiranti, compone un quadro di alto profilo. Vi spiccano accanto alla presenza del probabile favorito della corsa, quel Looney Tunes strepitoso nella notte dell'Europeo, quattro straordinarie regine. In un quadro eccelso, al quale manca solo Lisa America che ormai e' una cavalla da circuito internazionale, si registra il ritorno in Italia dell'eccellente Ilaria Jet, capace di farsi notare Oltralpe - e' storia recente l'ottimo secondo posto nel Prix d'Ete' a Vincennes - in competizioni del massimo livello e, soprattutto, sulle lunghe distanze che ne esaltano progressione, tenuta e una raggiunta maturita' agonistica. Ilaria, sul piu' veloce miglio di Stupinigi, si deve reinventare ma classe e abilita' del pilota - Peppe Maisto - non difettano tanto da farle riservare una prenotazione per la prima fila del pronostico. La Dany Bar, regina primaverile del Costa Azzurra, ha mirato con prudente ricomparsa francese, a questa corsa sentitissima da tutta l'ippica torinese e dal team della saura. La smorgoniana viene gestita come un gioiello, la vedrete a testa alta davanti alla tribuna. Bella come il sole. Spazio nel pronostico pretende Lana Del Rio, un diamante di classe, una storia che profuma il trotto di anima. Lana, esplosiva sia nel confronto ciclistico con Chiappucci che nell'inseguimento a tempo di record del mondo sulla distanza, forse meno reattiva su quelle curve del Sesana che non ne esaltano le caratteristiche. Dal 6 la pupilla di Santo Mollo cerchera' una delle sue partenze lanciate per andare davanti e imporre quel treno di gara che la rendono irresistibile in certe giornate di gloria. Va detto che restiamo convinti che non sia in declino - qualche giudizio della stampa tecnica sulla prova di Montecatini non lo condividiamo - e la riteniamo in pista con 'lo sguardo della tigre' di velaschiana memoria pallavolistica. La regina decaduta si chiama Irina, che in questo 2010 mai ha trovato il passo imperioso della scorsa annata che l'aveva vista ai vertici in gruppi 1 di assoluto prestigio. Il settore maschile della corsa, oltre a Looney Tunes, e' rappresentato da cavalli interessanti come Libertador Olm, in pole e con Bellei, e un Lemon Ice che ha provato la pista probabilmente senza spendere tutta la benzina nel motore. L'allievo di Gocciadoro e' cresciuto tantissimo nella stagione. Ha stracorso in piu' di un'occasione, l'ultima a Treviso quando ha trovato sulla sua strada una Illinois strepitosa. Idduva, Gerard e Lelia del Ronco tentano il salto in alto, Love Inside merita il tentativo anche a premiare un professionista come Elio Parenti che in questa annata torinese ci ha regalato cose belle. Societa' Campo di Mirafiori, il nome del gran premio da pronunciare intero e non con il solo Mirafiori che non rende merito alla storia di un ippodromo fantastico, effervescente e dinamico come Stupinigi. E' una corsa meravigliosa, amici, gustiamocela insieme in tribuna e nel parterre. Viva Torino, teatro di un'ippica spettacolare.
Qui il trotto scrive la storia.


paolo allegri

Condividi:

Ippica by BetFlag